L’80% delle persone commette un grosso errore prima ancora di iniziare l’allenamento!

Chi pensa che durante l’allenamento stia bruciando soltanto i grassi in eccesso, vive in una fiaba.

Se vuoi sapere come bruciare veramente i grassi mentre ti alleni, segui attentamente il video ─ perché è probabile che anche tu stia commettendo un errore. Pronti? Sfatiamo quindi insieme il mito che ti sta ostacolando senza che tu te ne renda conto, e a condividere con te quello che gli altri non hanno il coraggio di dire.

Molto tempo fa anch’io ero convinto che durante i miei allenamenti bruciassi soltanto i grassi in eccesso. Che illusione! I miei allenamenti erano molto duri; nella speranza di ottenere un risultato eccezionale ho sempre svolto ogni esercizio al limite delle mie possibilità.

Vuoi sapere qual è stato il “premio” che ho ricevuto?

  • Un incremento proporzionale dei grassi in eccesso.
  • La stanchezza.
  • Una proporzionale diminuzione della massa muscolare.

L’effetto negativo è più vicino di quanto tu possa pensare!

Invece di ottenere un corpo sano e in forma sono arrivato al punto di sentirmi disperato, avevo un livello di energia molto basso ed ero in genere deluso del mio “benessere”. Ti starai chiedendo come sia potuto succedere.

Permettimi di spiegarti in cosa stavo sbagliando.

Il fatto è che durante l’allenamento come fonte di energia non usi mai soltanto il grasso. Oltre ai fastidiosi cuscinetti di grasso, il corpo utilizza anche i carboidrati, il creatinfosfato e… ATTENZIONE! – addirittura gli aminoacidi. Fermati un po’! Se in questo momento questa parola non ti dice molto, tra qualche minuto salterai di gioia perché la parola ti è giunta all’orecchio.

Un risultato per il quale abbiamo lavorato duramente per ore e ore può essere rovinato dopo solo un paio di allenamenti.

Gli amminoacidi ramificati, meglio conosciuti come BCAA (in inglese Branched-Chain Amino Acids), sono i “mattoni” dei nostri muscoli. Nel caso di un’assunzione insufficiente degli aminoacidi ramificati attraverso alimenti adeguati, il nostro organismo ─ che non è in grado di produrli da solo ─ li consuma esattamente dove non lo vorremmo.

Amminoacidi ramificati – BCAA (Branched-Chain Amino Acids)

Proprio così! Per garantire le proprie funzionalità e per avere una fonte sufficiente di energia, il nostro organismo “mangia” i propri muscoli per poter utilizzare degli aminoacidi essenziali (BCAA). Questo significa, in pratica, che rovina l’obiettivo per il quale abbiamo lavorato duro per ore e ore.

La situazione è ancora più grave perché a causa di una massa muscolare proporzionalmente ridotta, il nostro organismo inizia a bruciare meno calorie quando è a riposo. Il risultato di questo processo sono i “premi” a cui accennavo prima: un incremento proporzionale di grassi in eccesso, la stanchezza, il malessere ecc.

Una domanda da 1.000.000 di euro.

Passiamo ora alla domanda principale: come possiamo evitare questa situazione e ottenere i risultati desiderati?

Per ottenere il progresso desiderato è utile preparare il corpo a tutti gli sforzi con un semplice trucco. Prima e durante l’allenamento si consiglia di assumere gli amminoacidi (BCAA) nella loro forma più pura e semplice. Gli aminoacidi di questo tipo, infatti, possono bypassare il fegato ed entrare direttamente in circolazione, in modo da essere sempre disponibili e facilmente assimilabili dall’organismo dove continuano a produrre energia, indipendentemente dall’intensità dell’attività fisica.

A me piace che le cose alle quali dedico molto tempo e molta energia siano sicure. E a te?

In questo modo facciamo sì che i muscoli per i quali abbiamo lavorato tanto siano al sicuro e il nostro corpo sia più tonico e sempre più perfetto man mano che proseguiamo con gli allenamenti.

Quello che tu desideri probabilmente non è solo un corpo tonico ma anche una proporzionale riduzione di grassi. Se la tua risposta è sì, allora ho per te un’altra notizia strepitosa!

Oltre a proteggere i muscoli, gli aminoacidi (BCAA) garantiscono un altro fantastico risultato. Secondo le ricerche, il consumo regolare di aminoacidi ramificati, soprattutto la leucina, attiva i recettori chiamati PPAR, che bruciano più velocemente i grassi in eccesso e ne prevengono l’accumulo.

Sono convinto che ti stai facendo un’idea giusta su che cosa significano davvero queste 4 lettere – B C A A – per il tuo successo. Ma probabilmente ti starai chiedendo qual è il modo migliore per assumere gli aminoacidi prima della tua prossima sessione di allenamento.

Andiamo piano, passo dopo passo. Non ho ancora finito.

Muscoli protetti, più grassi in eccesso bruciati … che altro? Dimmi tu! Cos’altro vorresti, oltre a ciò che abbiamo già elencato?

Tutte le cose belle della vita sono 3 …

Sono convinto che ci sono parecchie persone che durante l’allenamento vorrebbero mantenere, nonostante la fatica, una concentrazione costante. Tutti conosciamo quella sensazione che abbiamo quando vorremmo veramente ottenere il massimo dal nostro allenamento … quando arriviamo al culmine, ma non abbiamo più energia per andare oltre.

Questo stato di affaticamento è dovuto a una risposta ormonale nel nostro corpo ed è la conseguenza di uno sforzo estremo. Il nostro corpo ci avverte che siamo stanchi. Ed è a questo punto che la maggioranza delle persone esclama: “Uffa, non ce la faccio più, sono troppo stanco…” E pensare che si fermano proprio prima di iniziare la parte di gran lunga più utile dell’allenamento!

Fortunatamente in questo momento può intervenire la valina, uno degli aminoacidi che impedisce ai segnali di disturbare il nostro cervello e il nostro allenamento. Ciò significa che l’allenamento può essere portato a termine con successo. E i risultati, ovviamente, non tardano a farsi vedere.

Dopo tutte le informazioni fornite la situazione non potrebbe essere più chiara di così, vero?

Se diamo una rapida occhiata a tutti e tre i benefici, appare subito evidente che gli aminoacidi ramificati possono davvero aiutarci nella nostra trasformazione, migliorando notevolmente il nostro benessere. Andiamo quindi a vedere quali alimenti ne sono più ricchi.

Gli alimenti che apportano più aminoacidi sono soprattutto il pesce, le uova, il pollame, la ricotta light e i formaggi leggeri. È vero, però, che sono tutti alimenti che difficilmente mangiamo subito prima, durante o dopo un allenamento. Non ti preoccupare! Esiste un’alternativa molto più pratica, facile da usare e disponibile in una forma veramente pura. Il Golden Tree BCAAs è considerato uno degli integratori alimentari più popolari e viene utilizzato sia da atleti amatoriali sia dai professionisti.

Il prodotto che ti propongo è privo di dolcificanti artificiali e additivi che potrebbero danneggiare il tuo corpo e lasciare un sapore troppo dolce in bocca, il che diventa estremamente fastidioso durante l’allenamento.

Per ottenere un risultato veramente ottimale ti suggerisco di assumere la bevanda indipendentemente dal tipo di attività fisica.

Io personalmente mi preparo la bibita mescolando 1 misurino di Golden TREE BCAAs con 300-600 ml di acqua, agito la soluzione e faccio alcuni sorsi prima ancora di uscire di casa per l’allenamento: così preparo il mio corpo ai primi sforzi. Il resto lo bevo mentre mi alleno. Se ti stai preparando per un’attività più lunga, per esempio una scampagnata in bicicletta o un’attività simile, puoi raddoppiare la dose.


Visto che hai letto fino alla fine di questo post, è chiaro che il tuo desiderio di raggiungere gli obiettivi è davvero forte. L’unica cosa che mi resta da fare è quindi premiarti regalandoti uno sconto del 5% per l’acquisto del prodotto Golden Tree BCAAs (inserisci il codice del buono sconto alla fine del tuo ordine prima di confermare l’acquisto). Sono certo che prenderai la decisione giusta! Se non dovesse essere così, rispetterò la tua decisione.

☝︎ Clicca qui per utilizzare il buono sconto del 5% sull’ordine del prodotto Golden Tree BCAAs. ☝︎


FONTI:

The mTOR pathway in the control of protein synthesis. – Wang, X., & Proud, C. G.

Isoleucine prevents the accumulation of tissue triglycerides and upregulates the expression of PPARalpha and uncoupling protein in diet-induced obese mice. The Journal of Nutrition, 140(3), 496-500. – Nishimura, J., Masaki, T., Arakawa, M., Seike, M., & Yoshimatsu, H.

Evidence that the branched-chain amino acid L-valine prevents exercise-induced release of 5-HT in rat hippocampus. International Journal of Sports Medicine, 22(5), 317-322. – Gomez-Merino, D., Bequet, F., Berthelot, M., Riverain, S., Chennaoui, M., & Guezennec, C. Y..

Commenti

SULL'AUTORE

Avtor

Mattia Gheri

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Corpo Perfetto, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.