Anche a te succede che ti mettano sempre più frequentemente di malumore…

il gonfiore, il meteorismo e i dolori addominali?

Mattia Gheri - mal di stomaco

Oltre a ciò stai notando che spesso sentirti allo stremo e senza energie rovina i tuoi piani?

Lo so…

Sono delle situazioni molto spiacevoli.

Ma, fortunatamente, puoi sconfiggerle molto velocemente.

Questo perché tutti questi disagi sono spesso collegati alla proteina sempre più odiata, chiamata: glutine.

Perciò è essenziale che nei prossimi minuti tu capisca se fai anche tu parte del gruppo di coloro a cui giorno dopo giorno questo “nemico” rovina l’umore e il benessere.

E se scopri di esserlo, allora la soluzione che ti svelerò a breve ti porterà dei cambiamenti significativi in soli pochi giorni.

Tutto questo e molto di più ti aspetta a breve, perché andremo a svelare ciò che c’è dietro alla “mania gluten free”.

Indice:

  1. COS’È IL GLUTINE?
  2. CELIACHIA
  3. INTOLLERANZA AL GLUTINE
  4. ALLERGIA AL GLUTINE
  5. ALIMENTI CON GLUTINE

COS’È IL GLUTINE?

La gliadina e la glutenina

Iniziamo subito con le basi.

Il glutine è il nome comune delle sostanze proteiche che si trovano nel grano.

Queste sono sostanzialmente composte da mattoni proteici ovvero da componenti che fanno parte di:

  • glutenine e
  • gliadine.

GLUTENINE

Le glutenine sono le proteine naturalmente più grandi che esistono in natura, tant’è vero che possono raggiungere una massa molecolare di 10 milioni di dalton.

Nella composizione del glutine rappresentano circa la metà dell’intera struttura.

GLIADINE

L’altra metà appartiene alle gliadine, che secondo le ultime ricerche rappresentano un grande pericolo per un numero sempre maggiore di persone.

Si tratta di quella frazione che viene considerata la più pericolosa o tossica, il che significa che, giorno dopo giorno, può distruggere il tuo organismo.

Soprattutto se soffri di uno di questi due problemi di salute:

  • celiachia,
  • intolleranza al glutine o
  • allergia al glutine.

Beh, anche se i sintomi che ti avvertono della presenza di uno di questi problemi sono molto simili, è importante che tu capisca dove stanno le differenze tra tutti questi problemi di salute.

CELIACHIA

celiachia

In collegamento a una risposta negativa del corpo al glutine, sicuramente la più pericolosa e distruttiva è la…

celiachia.

Si tratta di una malattia autoimmune che colpisce soprattutto l’intestino tenue.

Al momento dell’assunzione del glutine nei celiaci si attiva il sistema immunitario, il che porta a una situazione in cui gli anticorpi iniziano a distruggere la mucosa dell’intestino tenue.

Di conseguenza compare l’atrofia dei villi intestinali, che può portare, se non intervieni in tempo, a gravi problemi di salute.

SINTOMI DELLA CELIACHIA

Il corpo ti avvisa in più modi che il glutine rappresenta per lui un vero e proprio nemico.

Parlo di:

  • diarrea cronica,
  • assorbimento peggiore delle sostanze nutritive,
  • dimagrimento incontrollato,
  • dolori ossei e
  • coliche addominali.

Allo stesso modo le persone celiache affrontano più volte anemie, irritabilità, spossatezza e mal di testa.

I dati comunicano che questo problema interessa circa l’1% della popolazione, ma secondo il parere degli esperti non è affatto vero.

Soprattutto perché esiste la cosiddetta celiachia tacita, nella quale i sintomi non sono così evidenti. Perciò succede spesso che, sebbene l’intestino sia rovinato, in qualcuno la malattia non è affatto definita.

INTOLLERANZA AL GLUTINE

intolleranza al glutine

Beh, un problema piuttosto simile a chi è affetto da celiachia deve affrontarlo chi ha…

l’intolleranza al glutine.

Si tratta di un disagio abbastanza più diffuso, infatti secondo i dati più recenti riguarda circa il 6-7% della popolazione.

La differenza principale tra la celiachia e l’intolleranza al glutine è sostanzialmente che con l’intolleranza la parete dell’intestino tenue non è così rovinata.

Questo perché ripetere la stessa risposta indesiderata al cibo non è una conseguenza diretta del sistema immunitario.

SINTOMI DELL’INTOLLERANZA AL GLUTINE

Come abbiamo già detto, i sintomi dell’intolleranza al glutine sono molto simili a quelli della celiachia.

Questo significa che parliamo di:

  • pelle danneggiata,
  • varie eruzioni cutanee.
  • coliche addominali,
  • nausea frequente,
  • vomito,
  • gonfiore addominale,
  • meteorismo,
  • colon irritabile,
  • mal di testa,
  • depressione,
  • ansia e chi più ne ha più ne metta.

In breve, ci sono un sacco di campanelli d’allarme che in molti cercano di sconfiggere con vari medicinali, il che è, come diremo a breve, un approccio totalmente sbagliato.

La causa di questo gesto sbagliato è la non conoscenza della vera origine di tutti i problemi elencati.

ALLERGIA AL GLUTINE

allergia al glutine

Oltre alla celiachia e all’intolleranza al glutine esiste ancora un disagio.

Si tratta dell’allergia al glutine.

Proprio come per la celiachia, anche qui al consumo di una sostanza proteica si attiva il sistema immunitario, con l’unica differenza che gli anticorpi in questi caso non distruggono la parete intestinale.    

 SINTOMI DELL’ALLERGIA AL GLUTINE

Ma è vero che, subito dopo aver consumato il glutine, in caso di allergia possono comparire gravi reazioni:

Il più delle volte sono:

  • dolori forti al tratto gastrointestinale,
  • infiammazione del viso e della lingua,
  • nausea improvvisa,
  • prurito e
  • gonfiore e meteorismo.

 

CELIACHIA INTOLLERANZA AL GLUTINE ALLERGIA AL GLUTINE
RISPOSTA DEL SISTEMA IMMUNITARIO
PARETE INTESTINALE DISTRUTTA

Indipendentemente dai sintomi che stai affrontando, la cosa più importante è:

  1. non sottovalutarli,
  2. agire il più in fretta possibile e …
  3. verificare se soffri anche tu di uno dei disturbi elencati con l’aiuto del medico curante e di test di qualità.

Anche in caso di sintomi molto lievi ti assicuro che la previdenza non è mai troppa.

Anche le infiammazioni minori (che sono conseguenza, tra l’altro, di disturbi digestivi) possono lasciare nel tuo organismo delle conseguenze catastrofiche che influenzano direttamente il tuo benessere e la qualità della tua vita.

Soprattutto se prendiamo in considerazione un periodo di tempo più lungo.

Non solo!

A causa del glutine puoi anche ingrassare.

L’influenza negativa delle situazioni di infiammazione si vede anche sui profili ormonali.

Soprattutto sulla proporzione di cortisolo.

Si tratta dell’ormone dello stress che può mettere il tuo corpo in una situazione nella quale si accumulano sempre più grassi sul tuo corpo.

Questo significa che sei praticamente senza forze se non sai di essere nel gruppo di coloro per i quali il glutine è una sostanza tossica.

Perciò ti consiglio vivamente di fare il prima possibile un piccolo investimento nella tua salute e nel tuo benessere e scoprire se il nemico silenzioso sta distruggendo anche il tuo corpo e l’umore.

test del glutine

Puoi fare il test in modo molto veloce in un laboratorio o direttamente da casa, se questo fa più al caso tuo.

Indipendentemente dal risultato finale dei test, in ogni caso l’unica soluzione efficace è rappresentata da un’alimentazione adeguata.

Se scopri che il glutine fa male al tuo organismo, il tuo compito è eliminare questa sostanza proteica dal tuo menù.

Perciò è importante evitare un errore molto pericoloso.

ALIMENTI CON GLUTINE

In molti sono convinti che il glutine si trovi solo nel pane e nella pasta, il che non è affatto vero.

Ricordati che la situazione reale è completamente diversa.

Questa sostanza proteica potenzialmente pericolosa si trova, in realtà, in tutta una serie di altri prodotti, il che viene confermato anche dalla tabella che ti aspetta a breve.

Non solo!

Se desideri evitare al 100% il glutine, il tuo compito è rispettare altre due regole importanti.

  1. Quando scegli i prodotti, concentrati sempre su questa etichetta grazie alla quale puoi essere senza pensieri.

Solo la scritta “gluten free” non è un’informazione affidabile,

soprattutto se parliamo di allergia o celiachia.

2. Nei prodotti che non hanno questa etichetta, cerca la dichiarazione e verifica ciò che stai apportando al tuo corpo.

Non dimenticare che la legge stabilisce che tutti gli allergeni devono essere ben definiti sia sulle etichette che sui menù.

CEREALI

  • frumento,
  • farro,
  • segale,
  • avena,
  • orzo,
  • kamut,
  • pane e derivati,
  • pasta,
  • pangrattato,
  • cereali.

CARNE E PESCE

  • carne impanata,
  • pesce impanato,
  • carne e pesce in salse nelle quali sono aggiunte le farine vietate.

LATTE, LATTICINI E SOSTITUTI

  • latte con cereali,
  • bevande e bibite di avena.

CAFFÈ, THÈ E ALTRE BEVANDE

  • bevande e preparati di cereali vietati (orzo, avena…),
  • birra di malto d’orzo o di frumento.

SPUNTINI DOLCI

  • cioccolata con cereali,
  • dolcetti di cereali vietati.

ALTRO

  • lievito madre,
  • seitan.

Quasi dimenticavo…

gluten-free segno

Ricorda che anche i prodotti senza glutine con l’etichetta “GLUTEN FREE” possono rovinare la tua salute.

Purtroppo l’industria alimentare ha sfruttato a proprio vantaggio la “gluten free mania” e ha preparato tutta una serie di prodotti che non contengono questa proteina, ma sono pieni di zuccheri, additivi e grassi saturi.

Perciò ti consiglio vivamente ancora una volta di leggere sempre le etichette e i miei post. 😉

Oltre a un cambiamento radicale collegato all’alimentazione, per la sconfitta dei sintomi collegati a una risposta negativa dell’organismo al glutine è fondamentale ancora un passo.

Ovvero il risanamento della situazione attuale.

Come abbiamo già detto, le situazioni di infiammazione distruggono il tuo organismo. Nel caso del glutine quello che ci rimette di più è il tuo intestino,

soprattutto perché un ambiente tossico rovina la mucosa di questo organo che gioca un ruolo decisivo nell’assorbimento delle sostanze nutritive.

Perciò è essenziale che tu rimetta le cose al loro posto, facendo in modo che il tuo intestino possa svolgere di nuovo il proprio compito.

Golden Tree Complete Biotics probiotici

Puoi riuscirci nel modo più veloce con l’aiuto di un complesso probiotico di qualità, che inonderà di batteri il tuo intestino, che sono già presenti naturalmente ma si arrendono completamente alla pressione dei processi infiammatori.

Questi come guerrieri immancabili rafforzano la parete del tuo intestino e si assicurano che tu sconfigga vari problemi come la diarrea, il gonfiore, il meteorismo e le coliche addominali.

L’unica cosa a cui devi fare attenzione è che delle quantità sufficienti di questi microorganismi arrivino al posto giusto.

Il succo gastrico è molto distruttivo per i batteri buoni.

Perciò l’unica soluzione giusta è rappresentata dalle capsule GAR HPMC.

Queste sono immuni all’acido dello stomaco, il che significa che riescono a proteggere il carico prezioso e a fare in modo che i microorganismi arrivino proprio dove sono più desiderati.

Perciò abbiamo utilizzato questa soluzione anche nella realizzazione del nostro complesso probiotico Golden Tree Complete Biotics, che senza dubbio è uno dei più efficaci.

Anche perché questa soluzione, oltre alle capsule uniche, contiene addirittura 20 ceppi di batteri buoni, che sicuramente fanno in modo di farti sentire un alleviamento istantaneo.

E con un’efficacia per la quale sono pronto a rimborsarti l’intero importo versato al momento dell’acquisto se la soluzione non sarà all’altezza della sua fama.

Questo significa che mi prendo tutto il rischio – perciò puoi provare la soluzione senza alcun dubbio.

PRODOTTO CONSIGLIATO

Golden TREE Complete Biotics

SULL'AUTORE

Avtor

Mattia Gheri

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Corpo Perfetto, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.