Imperdibileeeeee …

La maggior parte delle persone è convinta di averla finalmente trovata!

La dieta che senza fare sforzi ti permette di bruciare i grassi in eccesso in un battibaleno, di avere una concentrazione tagliente, energia spropositata e un fisico sano. 

Che tutto ciò è vero viene confermato da tante trasformazioni di persone soddisfatte, che danno ancora più peso a questa strategia e, ovviamente, confondono più di qualcuno. 

La domanda sorge spontanea…

la dieta chetogenica è davvero ciò di cui hai bisogno nel tuo cammino verso il successo e una trasformazione perfetta? 

Indice:

    1. COS’È LA DIETA CHETOGENICA
    2. RIPARTIZIONE DEI MACRONUTRIENTI NELLA DIETA CHETOGENICA
    3. COME FUNZIONA LA DIETA CHETOGENICA
    4. LA PERDITA VELOCE DI CHILI È UNA CONFERMA FALSA
    5. A COSA DEVI FARE ATTENZIONE
    6. COSA MANGIARE NELLA DIETA CHETOGENICA
    7. LA DIETA CHETOGENICA È LA SCELTA IDEALE PER DIMAGRIRE?
    8. QUAL È LA STRATEGIA OTTIMALE PER LA TUA TRASFORMAZIONE

COS’È LA DIETA CHETOGENICA

Di questa cosa, senza peli sulla lingua, ti parlerò in seguito così rispondo alla domanda che evita la maggior parte delle persone.

In questo modo ti svelo i fatti che sono convinto tu debba assolutamente sapere.

Ti propongo quindi di iniziare…

Bene, inizialmente vediamo perché la dieta chetogenica è così particolare.

Per trovare una risposta precisa, dobbiamo concentrarci sui macronutrienti principali.

 Quindi:

  • le proteine,
  • grassi
  • carboidrati.

Ovviamente, come con tutte le altre strategie, anche con la cheto dieta fornisci al corpo tutti i nutrienti necessari.

Ma è vero che esiste una differenza importante quando diamo un’occhiata alla proporzione di energie che introduce ogni gruppo di principi nutritivi.

RIPARTIZIONE DEI MACRONUTRIENTI NELLA DIETA CHETOGENICA

Fai attenzione…

Molte persone che non seguono una dieta equilibrata, apportano al corpo la maggior parte di energia tramite i:

  • carboidrati (circa il 50%),
  • seguono i grassi (35%), e solo infine le proteine,
  • che coprono il resto (quindi il 15%)

Beh, nel caso della dieta chetogenica, questa proporzione è completamente diversa.

Per la dieta cheto vale la regola d’oro, per la quale:

  • Il 75% dell’energia viene apportata dai grassi,
  • il 20% dalle proteine e
  • solo il 5% dai carboidrati.

Sì, hai letto bene!

Colui che segue la dieta chetogenica, assume circa 10 volte meno carboidrati rispetto agli altri. Un consumo così basso di carboidrati è caratteristico anche per altre strategie, come ad esempio LCHF, paleo e la dieta Atkins. La domanda è…

perché c’è una differenza così grande? 

In realtà, la risposta è semplicissima.

COME FUNZIONA LA DIETA CHETOGENICA

Un consumo molto basso di carboidrati è obbligatorio se vuoi “dischiudere” il potenziale principale della dieta chetogenica, che sta nella chetosi. 

È una situazione fisiologica nella quale l’organismo, al posto dei carboidrati (glucosio, per la precisione), utilizza come fonte primaria di energia…

i grassi.

Questi, nella fase di chetosi si decompongono in chetoni. 

I chetoni sono dei composti organici che possono essere utilizzati dall’organismo come fonte di energia, il che è un dato molto importante per la comprensione di questa strategia. Allo stesso tempo, si tratta di un’informazione per la quale la dieta chetogenica attrae così tante persone.

La dieta in sé è un’ottima scelta per chi ha il diabete perché ha degli effetti benefici sulla salute, il che, sinceramente, non è il motivo per il quale molte persone decidono di intraprendere questa dieta.

Il motivo principale per cui la dieta senza carboidrati crea tanto scalpore sta nelle promesse legate al consumo veloce dei grassi in eccesso. 

In molti sono convinti che con questa strategia si può giungere ai risultati molto più velocemente perché l’organismo nella fase di chetosi assume come fonte primaria i grassi. 

Finora tutto chiaro, ma la questione non è facile come sembra.

Ci sono più motivi per i quali non è affatto così.

LA PERDITA VELOCE DI CHILI È UNA CONFERMA FALSA

Il primo problema sta nei risultati veloci che appartengono alla fase iniziale della trasformazione e che vengono interpretati erroneamente dalla maggior parte delle persone.

È vero che nei primi giorni dopo aver iniziato la cheto dieta noti una differenza sulla bilancia, ma ciò non è una conseguenza di una diminuzione proporzionale dei grassi in eccesso.

Perché?

Dal momento in cui inizi ad applicare tutte le regole della dieta chetogenica e finché non inizia la chetosi, il tuo corpo continua ad assumere il glucosio come fonte primaria. E siccome l’apporto di carboidrati, che sono la fonte di questo carburante, è molto basso, l’organismo è costretto a ricorrere a tutte le scorte nascoste nel tuo corpo. Queste sono in forma di glicogeno (scorte di glucosio) e si trovano soprattutto nei muscoli e nei reni, a loro è legata molta acqua.

Ciò vuol dire che la conseguenza di ricorrere alle scorte nascoste nel tuo corpo significa anche una proporzione minore di acqua, il che si vede sul peso corporeo. 

Perciò fai attenzione a non farti ingannare dalle prime impressioni di coloro che sono fortunati, perché non è oro tutto ciò che luccica.

A COSA DEVI FARE ATTENZIONE

Oltre ai risultati veloci, la dieta chetogenica attira molte persone anche per i suoi alimenti “sfiziosi”.

Siccome i grassi sono la fonte primaria di energia e coprono ¾ dell’apporto calorico quotidiano, nella dieta chetogenica sono consentiti anche cibi come pancetta, burro, panna, tutti i tipi di formaggi ecc.

Ovviamente ciò confonde tantissime persone!

In linea di principio si tratta di alimenti che nel mondo della trasformazione sono etichettati come “sfizi”, perciò non è strano che questa strategia sia ancora più invitante. 

Ma tutto ciò è davvero permesso?

Fino a un certo punto sì, ma con calma.

COSA MANGIARE NELLA DIETA CHETOGENICA

Come per tutte le altre strategie che portano a dei risultati, anche per la dieta chetogenica ci sono delle regole da rispettare. E anche l’apporto di grassi non è un’eccezione.

Questi si differenziano tra loro (mono-insaturi, poli-insaturi, saturi…) e, anche se un grammo di grasso apporta al corpo nove chilocalorie, l’influenza sull’organismo può essere molto differente.  

Vale lo stesso per i carboidrati…

È vero che un grammo di carboidrati in ogni caso ha lo stesso valore calorico, ma non è la stessa cosa se aggiungi alla tua dieta del riso integrale o lo zucchero bianco normale.

È così?

Perciò anche per la dieta chetogenica non è uguale con quali alimenti consumi il fabbisogno di grassi.

Non solo pancetta, formaggi e burro…

È molto importante che la maggior parte della tua dieta sia composta da cibi di qualità, come ad esempio:

  • frutta a guscio,
  • olio d’oliva,
  • l’avocado,
  • semi,
  • uova, ecc.

MINI CHETO LISTA DELLA SPESA

Carne e salumi Noci varie Latticini Verdura  Altro 
Carne di pollo Nocciole Ricotta  Broccoli  Uova 
Carne di tacchino  Mandorle  Formaggi  Cetrioli  Avocado 
Carne di manzo Noci di macadamia  Burro  Zucchine  Salmone 
Carne suina Anacardi  Yohurt greco  Melanzane Scampi 
Carne di anatra Noci del Brasile Skyr  Lattuga Funghi 
Pancetta  Noci  Panna  Rucola  Olio extravergine d’oliva 
Prosciutto  Pinoli  Cavolo cappuccio 

Questi sono gli alimenti che ti faranno raggiungere dei risultati con la dieta chetogenica.

LA DIETA CHETOGENICA È LA SCELTA IDEALE PER DIMAGRIRE?

A parte ciò, non dobbiamo dimenticare anche un altro fatto, che per alcuni è difficile da accettare. 

Ho notato che tanti rappresentanti della dieta chetogenica dipingono questa strategia come la più facile ed efficace quando parliamo di dimagrimento o di bruciare i grassi in eccesso. 

Sì, concordo che la cheto dieta è efficace e credo a coloro che hanno raggiunto dei risultati e si sentono al meglio nel proprio corpo ma attenzione!

La dieta chetogenica alla base non è per niente diversa dagli altri concetti che portano ai risultati.

Si tratta di una strategia nella quale, se vuoi bruciare i grassi in eccesso, devi:

  • rispettare delle determinate regole,
  • aggiungere alla tua dieta cibi sani e di qualità,
  • prenderti cura dell’organizzazione e della disciplina

E ovviamente bisognerà assumere meno calorie di quante ne consumi, il che è un prerequisito se vuoi una diminuzione proporzionale dei grassi in eccesso.

Non è affatto vero che la dieta chetogenica è quella che ti permette di assumere quantità infinite di cibo, viziarti tutto il tempo e raggiugere dei risultati senza un minimo sforzo. 

Questa è una mentalità ingenua che attira tante persone.

E per finire, ciò che mi sembra la cosa più importante…

QUAL È LA STRATEGIA OTTIMALE PER LA TUA TRASFORMAZIONE

Probabilmente sai che per arrivare in cima bisogna fare molta strada.

E uno stile di vita salutare e una trasformazione di successo non sono eccezioni, perciò trovo a dir poco ridicolo quando dei “falsi” esperti lottano col proprio ego e decidono quale sia il metodo migliore di alimentarsi definitivamente. 

Il fatto è che non esiste un’unica risposta! 

Ognuno è diverso, quindi ciascuno deve tentare di risolvere il problema diversamente e ascoltare il proprio corpo.

Ciò che deve domandarsi chiunque voglia uno stile di vita sano e completo e una trasformazione perfetta è: 

quale strategia posso seguire più facilmente, non mi pesa, mi fa vivere e alla quale posso restare fedele per un lasso di tempo più lungo?

Le risposte saranno diverse, il che è completamente normale. Ma indipendentemente dalla scelta, non ci sarà nessun risultato senza:

  • disciplina,
  • organizzazione,
  • adeguamento,
  • test,
  • studio,
  • insistenza
  • impegno.

Questi sono in ogni caso gli elementi principali di una storia a lieto fine. Senza eccezioni!

Anch’io credo in un’alimentazione variegata ed equilibrata e alla mia dieta aggiungo tutti i macronutrienti, senza troppe limitazioni. Semplicemente perché si tratta di una strategia che mi godo al massimo e faccio progressi, riesco a seguirla senza grandi sforzi e mi sento al meglio nel mio corpo.

Anche se assumo molti più carboidrati rispetto a chi segue le regole della dieta chetogenica, non ho problemi con attacchi di fame, appetito frequente, un volume dei grassi in eccesso troppo grande o valori del sangue alterati. 

Tutto è al proprio posto, ma è vero che anch’io rispetto le regole, seguo uno schema e sto attento a inserire nella mia dieta alimenti di qualità e non lavorati.

E tu? Hai già la tua strategia vincente?

Aspetto la tua risposta, perché informazioni diverse sono benvenute.

Commenti

SULL'AUTORE

Avtor

Mattia Gheri

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Corpo Perfetto, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.