Per dimagrire, mangia di meno! Verità o bugia?

Hai finalmente deciso di sbarazzarti del grasso superfluo per plasmare un corpo perfetto.

Non è certo difficile per te sapere qual è il tuo primo passo.

Fin qui, è tutto chiaro.

Per farcela, devi badare un po’ alla dieta e integrare la tua agenda con dell’attività fisica.

Non è fantascienza, vero?

LA CONDIZIONE DALLA QUALE DIPENDE QUANTO SARAI IN FORMA

Del resto, è chiaro anche che sarà necessario consumare meno calorie di quante ne consumi, perché il deficit calorico è la condizione necessaria perché il tuo corpo inizi a consumare i depositi di grasso in eccesso come fonte di energia.

Come probabilmente sai, la differenza tra consumo e apporto calorico è quella dalla quale dipende se durante la trasformazione il tuo peso corporeo aumenterà o diminuirà.

NON FARE QUESTO ERRORE FATALE!

A questo punto le cose diventano molto, molto interessanti, e al contempo anche pericolose.

Come mai?

Molti sono convinti che coloro che durante la giornata mangiano meno, consumano il grasso in eccesso più velocemente e raggiungono l’obiettivo in tempi più brevi.

E anche se è vero che vanno ingerite meno calorie di quante se ne consumino, la regola secondo la quale, se si vuole perdere il grasso in eccesso, un apporto calorico inferiore velocizza la trasformazione non è vera!

Al contrario!

Se consumi troppe poche calorie, fai un sacco di danni a te e al corpo, e nello stesso tempo rallenti o addirittura arresti completamente la tua trasformazione.

È così!

Un apporto calorico troppo basso è in ogni caso fatale per il tuo progresso, quindi ti chiedo di evitare ampiamente questo errore, perché le conseguenze possono essere catastrofiche.

Ti assicuro che non sto esagerando. Te lo dimostrerò con le seguenti scoperte o fatti.

PER QUESTI DUE MOTIVI SIAMO EFFETTIVAMENTE SOPRAVVISSUTI SINO AD OGGI

Per chiarire al meglio la faccenda, bisogna capire due cose:

  • lo scopo principale del tuo organismo è la sopravvivenza;
  • l’organismo è un sistema complesso, capace di adattarsi molto rapidamente a tutti i cambiamenti.

Quando decidi che è tempo per una trasformazione, è chiaro che mangerai meno rispetto al passato. È una decisione completamente corretta.

Finché questa differenza è ottimale (quindi quando la differenza tra l’apporto e il consumo non sia superiore a 500 kcal), il corpo accetta questo cambiamento senza grossi problemi, e inizia a usare il grasso in eccesso come fonte di energia.

Ottimo cambiamento!

Altri processi nel tuo corpo vengono svolti in modo completamente normale, tu hai abbastanza energia per tutti i tuoi impegni quotidiani, e in linea di principio non senti nessuna conseguenza negativa.

Se invece commetti un errore tra l’altro molto comune, la faccenda è completamente diversa.

L’ALLARME CHE DISTRUGGE IL TUO SOGNO DI AVERE UN CORPO IN FORMA

Coloro che durante la trasformazione consumano troppe poche calorie causano un vero e proprio disastro, scioccando completamente il loro organismo.

In questo caso, infatti, i segnali percepiti dall’organismo annunciano chiaramente un periodo in cui l’energia non è sufficiente, ed è quindi logico che questo dia il via a cambiamenti radicali e a riadattamenti del corpo.

Ti ricordi qual è la funzione principale dell’organismo?

Esatto, è la sopravvivenza.

Molte delle persone che optano per un deficit calorico considerevole – di, diciamo, 1.000 calorie al giorno – all’inizio notano un cambiamento sulla bilancia. Tuttavia, uno dei fatti che trascurano è che questo cambiamento è dovuto principalmente al contenuto di acqua nel corpo.

Siccome esiste una correlazione tra l’apporto calorico e la percentuale dell’acqua nel corpo, molte persone sono fuorviate.

Sono convinte che la loro strategia funzioni, anche se questo è ben lontano dall’essere vero.

Vorrei ricordarti ancora una volta che l’obiettivo principale della trasformazione è quello di ridurre la percentuale di grasso nel corpo, e non solo vedere una cifra più bassa sulla bilancia.

Invece, quello che sta succedendo in realtà nel tuo corpo, se eviti di rispettare le istruzioni e se decidi di consumare troppe poche calorie, è uno shock per tutti.

E perché? Considerando il fatto che la funzione principale dell’organismo è la sopravvivenza, questi si adatta a un apporto calorico troppo basso, attivando il “meccanismo di risparmio”.

Questo vuol dire che il corpo, a discapito di numerose funzioni all’interno del corpo, inizia in tutti i modi possibili a conservare energia.

Per quanto riguarda la trasformazione, invece, il dato più controproducente è il fatto che il metabolismo è considerevolmente rallentato, e di conseguenza lo stesso vale per il consumo dei grassi in eccesso.

Oltretutto, molte persone percepiscono anche:

  • calo di motivazione;
  • scarsa concentrazione;
  • incapacità di ragionare bene;
  • mancanza di energia e altro.

Si può dire che il corpo cada in una sorta di “letargo”.

Risulta subito chiaro che il corpo non funziona come dovrebbe, e che non è in grado di affrontare le numerose sfide quotidiane.

Quando si verifica uno stato del genere, puoi anche scordarti un allenamento di qualità e un corpo in forma.

Se non hai abbastanza energia per le fondamentali attività quotidiane, fidati delle mie parole: l’allenamento diventerà una missione impossibile.

PER SOPRAVVIVERE, IL CORPO USA LE RISERVE AUREE

Oltre a rallentare un considerevole numero di processi, l’organismo, per sopravvivere, apporta un altro cambiamento radicale, con conseguenze fatali sul tuo corpo.

Per far sì che il fabbisogno di energia sia ancora più basso, l’organismo inizia a usare, come fonte di energia, la pura massa muscolare.

Come abbiamo già detto, i muscoli sono i principali consumatori di energia nel tuo corpo, ed è dunque completamente logico che l’organismo cerchi di liberarsene.

Permettimi di ricordarti ancora una volta che al tuo corpo non importa che i tuoi glutei abbiano una bella forma, che le tue braccia siano in forma, o che la tua pancia sia scolpita.

L’unica cosa che conta davvero è una quantità sufficiente di energia, punto e basta.

Detto ciò, non solo, a causa di uno shock troppo forte per il corpo, il consumo del grasso in eccesso è sostanzialmente peggiore, ma il corpo rinuncia pure alla massa muscolare. Questo significa che il tuo corpo diventa flaccido, senza una vera e propria forma, e privo di tono muscolare.

Perché il nostro organismo non ceda e non può semplicemente arrendersi, viene coinvolto un altro meccanismo di sicurezza.

L’ORMONE CHE DECIDE IL TUO FUTURO

L’ormone leptina è uno di quegli ormoni responsabili della regolazione dell’energia nel nostro corpo. Se il livello di leptina è elevato, questo significa che non siamo più affamati e che non abbiamo bisogno di cibo.

In caso di inedia, o quando l’energia non è sufficiente, anche il livello di leptina è molto basso.

Ciò significa che l’appetito è al culmine, ed è solo una questione di tempo prima che venga commesso un errore fatale – la resa.

Una volta che si cede alla tentazione, oppure che ci si arrende per via di risultati insoddisfacenti, è arrivato il momento della catastrofe.

Non appena torniamo al modo classico di mangiare aumentando l’apporto calorico, diamo il via all’accumulo di grasso in eccesso.

Si tratta di un effetto YO-YO, e i chili in eccesso occuperanno velocemente le loro vecchie postazioni.

Per evitare questa catastrofe, è importante dare una regolata alla propria alimentazione.

Mettiamo in chiaro una cosa, però. Non mi riferisco alle solite diete che tra l’altro sono del tutto sbagliate. Parlo di pasti sani e prelibati che danno una marcia in più al recupero del tuo giro vita ottimale.

La risposta giusta a cosa, quando e quanto mangiare ti aspetta alla fine di questo quiz:

=> www.corpoperfetto.com/alimentazione-perfetta/quiz/

Il questionario ti farà sapere qual è il tuo menù ideale e come preparare ogni ricetta.

Ogni settimana ricevi 35 ricette diverse che gli aiutano a sapere cosa, quando e come preparare i tuoi pasti.

È il modo più veloce e semplice per ottenere il corpo dei tuoi sogni.

=> INIZIA SUBITO


FONTI:

Effects of weight change on plasma leptin concentrations and energy expenditure. – Rosenbaum M, Nicolson M, Hirsch J, Murphy E, Chu F, Leibel RL.

Effects of changes in body weight on carbohydrate metabolism, catecholamine excretion, and thyroid function. – Rosenbaum M, Hirsch J, Murphy E, Leibel RL.

Changes in energy expenditure resulting from altered body weight. – Leibel RL, Rosenbaum M, Hirsch J.

Commenti

SULL'AUTORE

Avtor

Mattia Gheri

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Corpo Perfetto, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.