Forse anche tu, come la maggioranza delle persone, la conosci già.

Quando a Capodanno, tutto pieno di energia positiva, affronti le nuove sfide, ti sembra che non ci sia ostacolo che possa fermarti prima della meta.

La motivazione è alle stelle … conosci bene i tuoi obbiettivi e credi fermamente nel successo.

LA DOCCIA FREDDA DEI BUONI PROPOSITI PER L’ANNO NUOVO

Passano poche settimane e la maggior parte delle persone si imbatte in un ostacolo fatale.

Una situazione dove tu – disperato, affaticato e senza motivazione – decidi di arrenderti.

Che pugnalata!

Deluso e dispiaciuto ti chiedi come mai tu ti sia arreso così velocemente, pur determinato com’eri.

Come potrai leggere di seguito, la causa è ovvia.

IL NUMERO FORTUNATO È IL 3

Ma è ancor più fondamentale conoscere le tre semplicissime regole grazie alle quali quest’anno i tuoi buoni propositi potranno realizzarsi.

Dimentica tutti i tentativi finiti male e lasciati finalmente sorprendere dagli ottimi risultati.

Ecco la nostra strada verso il successo …

QUANDO LA STRADA È DEFINITA NEL MODO GIUSTO, IL PASSO PIÙ IMPEGNATIVO È GIÀ ALLE SPALLE

Per comprendere meglio la cosa, prendiamo come esempio uno dei più frequenti buoni propositi per l’anno nuovo: secondo gli studi, rientra tra i buoni propositi di quasi il 70% delle persone.

Sto parlando del MODELLAMENTO DEL PROPRIO CORPO, che senza dubbio influisce sulla qualità della vita, per cui è ancor più importante evitare eventuali errori.

Ovviamente, le regole che valgono per questo preciso proposito possono essere applicate a qualsiasi sfida per ottenere un risultato davvero pazzesco.

Vediamo di chiarire la cosa.

Quali che siano i tuoi obbiettivi, le prime scelte sono sempre quelle fondamentali.

Lo stesso vale anche per i buoni propositi per l’anno nuovo.

Se davvero vuoi ottenere il massimo miglioramento, allora il passo fondamentale in questa prima fase è definire il tuo obbiettivo.

Ed è proprio qui che la maggior parte di persone sbaglia di grosso.

Presto scoprirai il perché.

NON BASTA VOLERLO

Guardiamo insieme alcuni esempi classici di “obiettivi”:

  • dimagrire,
  • avere un corpo tonico,
  • essere in forma,
  • sbarazzarsi dei grassi in eccesso, ecc.

Secondo molte persone, questi sarebbero obbiettivi solidi, perfetti per chi desidera cambiare il proprio corpo.

Errore!

In realtà non è affatto così.

Perché?

Lascia che te lo spieghi.

Un obbiettivo strutturato nel modo giusto dev’essere:

  • definito nei minimi dettagli (1),
  • fattibile ma pur sempre abbastanza interessante da motivarti (2),
  • diviso in più parti o tappe intermedie (3),
  • misurabile (4),
  • qualcosa che puoi raggiungere, non qualcosa che desideri (5),
  • definito anche nelle tempistiche (6)
    e
  • un sistema di premi a seconda dei risultati raggiunti (7).

Questa è la teoria –ma che succede nella prassi?

Il modo più semplice per spiegartelo è farti un esempio con gli obbiettivi citati ed adattarlo a te …

Ad esempio: Voglio dimagrire!

Come già detto, una definizione tale presenta una marea di difetti, perciò è chiaro che chi si pone un obbiettivo del genere è destinato a fallire.

La situazione, però, cambia drasticamente se consideri le regole e definisci giustamente il tuo traguardo.

E cioè …

Nei prossimi sei (6) mesi voglio (5), senza diete inutili, in modo sano ed efficace (1), perdere 18 chili di grassi in eccesso (2, 4). Questo significa che ogni settimana devo perdere 0,75 chili (3). Ogni volta che raggiungo un obbiettivo intermedio, posso premiarmi con il mio sfizio più peccaminoso (7) che mi darà lo slancio necessario per proseguire.

UN CAMBIAMENTO COSÌ SEMPLICE CAMBIA LA SORTE DEI BUONI PROPOSITI

Forse ti stai già chiedendo come può un obbiettivo così ridefinito influenzare il risultato finale.

Bella domanda!

In realtà, la risposta è abbastanza semplice e legata alla regola n° 2.

Eccoti un semplice esempio per capire meglio.

Immagina un belvedere che desideri raggiungere, però non sai né il nome della vetta da cui ammirare il panorama mozzafiato né il punto di partenza, non sai neanche quanto impegnativo sia il percorso. Capirai che senza queste informazioni sarà praticamente impossibile godere della spettacolare vista.

Però se conosci bene la meta desiderata, allora la situazione cambia del tutto.

Siccome le informazioni sono chiare, puoi applicare la regola n° 2 e … scegliere la strategia giusta.

E la stessa cosa vale per una trasformazione spettacolare.

Se davvero vuoi raggiungere il traguardo che hai immaginato, allora devi scegliere la strada adatta alle tue aspettative,

fidandoti completamente del percorso intrapreso.

NON SI TRATTA DI UNO SPRINT, BENSÌ DI UNA MARATONA CON PANORAMI MERAVIGLIOSI

Non essere tra quelli che tutto d’un tratto si buttano nella propria trasformazione, seguono diete inefficaci senza alcun piano preciso e, non avendo un programma di allenamenti strutturato, esauriscono completamente le proprie energie.

È chiaro, infatti, che si tratta di una strategia completamente sbagliata.

Un po’ come correre sulle montagne, sperando di arrivare al belvedere … prima o poi.

La probabilità che ciò accada sono, ovviamente, pari a 0!

Ti consiglio, dunque, di adattare il percorso di trasformazione al tuo stile di vita e al traguardo prefissato, senza dimenticarti di divertirti e sentirti al meglio nel tuo corpo.

A questo punto devo anche ricordarti di seguire i risultati intermedi così importanti quando definisci l’efficacia della strategia scelta.

Se però ad un certo punto non sai quale opzione sia più adatta a te, allora non perdere tempo e scrivimi a mattia@corpoperfetto.com. Sarò lieto di aiutarti a scegliere il piano vincente per te.

Ti assicuro che insieme possiamo farcela!

E visto che non c’è due senza tre, eccoti l’ultima regola con cui i risultati saranno garantiti.

LA STRATEGIA IN CUI CONFIDO

La maggioranza degli altri esperti dirà che si tratta di un consiglio abbastanza contraddittorio, ma a supportare l’efficacia della strategia ci pensano gli ottimi risultati dei miei allievi.

Parlando dei propositi per l’anno nuovo, segnalo sempre il passo che nella gran parte dei casi risulta fatale.

La strategia “all-in” sostenuta dalla maggioranza e legata a risultati strabilianti in pochissimo tempo, ha spesso il proprio prezzo.

Si tratta infatti di un approccio in cui introduci nel tuo quotidiano una marea di abitudini fit da un giorno all’altro, cambiando la tua routine per fare i salti di gioia quando a breve vedrai i risultati ottenuti.

Leggendola, potrebbe sembrare una teoria perfetta. Ricordati, però, che introdurre così tante abitudini nuove causa spesso un alto tasso di stress.

Per un determinato periodo le persone ce la fanno, poi arriva il giorno in cui si arrendono del tutto.

NON SBATTERE LA TESTA CONTRO IL MURO

Invece di intraprendere questa via, chi vuole ottenere un miglioramento concreto deve concentrarsi su un lavoro costante, passo dopo passo.

Non hai bisogno di sforzarti già la prima settimana con 5 allenamenti estenuanti, stretching quotidiano e trekking in montagna nel weekend.

Inizia con tre passeggiate di difficoltà media, pian piano aggiungi uno degli allenamenti classici e dopo un po’ prendi i tuoi amici e fate insieme una gita escursionistica. Gradualmente diventerai sempre più sicuro di te.

Ogni settimana è fondamentale aggiungere una sfida nuova, per allontanarti dalla comfort-zone e migliorare la tua forma fisica. Credimi, in poco tempo ti innamorerai dello stile di vita fit ed ogni allenamento non ti sembrerà più uno sgradevole impegno, bensì una nuova sfida.

Lo stesso vale per l’alimentazione sana. Non saltare da uno stile di vita relativamente non sano in una routine con cinque pasti sani e moderati al giorno. In tal caso è molto probabile che l’eccessivo stress ti riporti in poco tempo sulla vecchia via.

Invece, inizia con una colazione sana, introduci nel tuo menù uno spuntino per restare in forma, di tanto in tanto concediti anche una cena light ecc.

Credimi, così sarà più facile capire che uno stile di vita fit non è affatto così difficile da seguire come in molti pensano. In realtà è estremamente divertente – il tuo umore e la tua determinazione saranno ben presto alle stelle.

Prima di darti i compiti per casa ti ricordo che le stesse regole, ovvero

  • definire correttamente gli obbiettivi,
  • scegliere una strategia efficiente
  • e moderazione

possono essere utilizzate anche come base per gli altri buoni propositi per l’anno nuovo, aumentando di molto la percentuale di successo.

Metti però in conto che ci saranno sempre dei momenti di debolezza che dovrai affrontare con massima caparbietà e confermare la tua volontà.

ORA TOCCA A TE

Non rimandare il tutto e non perdere tempo! Ti sfido subito a dirmi quello che veramente vuoi ottenere nell’anno nuovo.

Commenta con uno dei tuoi obbiettivi e mostrami la voglia che hai di ottenere un risultato incredibile.

Non pensare a cosa dicono gli altri. Fai quello che pensi sia necessario per avvicinarti al tuo obiettivo!

Commenti

SULL'AUTORE

Avtor

Mattia Gheri

Mattia Gheri è uno stimato esperto di trasformazione corporea e di dimagrimento. Ha aiutato oltre 20.000 allievi in tutta Europa a vincere la lotta contro il peso in eccesso. Inoltre, Mattia è cofondatore del portale Corpo Perfetto, dedicato a una vita attiva e sana, visitato ogni mese da oltre 100.000 lettori.